Progetto “Ergo”


Descrizione:

Il prodotto delle attività di ricerca riconducibili al progetto “Ergo” è un sistema innovativo per il motion tracking e per  la successiva analisi della cinematica e della postura degli operatori di linea di assemblaggio in un contesto manifatturiero. Esso è un sistema indossabile costituito da una parte hardware per l’acquisizione dei dati – un jacket leggero munito di sensori inerziali , una batteria e specifici occhiali dotati di telecamera – e da una parte software che elabora e gestisce i dati acquisiti tramite smartphone o altro device collegato al sistema. Attraverso i video registrati dagli occhiali, sincronizzati temporalmente con i dati provenienti dai sensori, si possono condurre anche attività di analisi delle mani in modo dettagliato ed efficace. Tutti i dati raccolti dal sistema sono elaborati mediante algoritmi opportunamente sviluppati.

 

Obbiettivo

I settori cui si rivolge il prodotto delle attività di ricerca riconducibili al progetto “Ergo” è sostanzialmente l’industria manifatturiera in generale, ed in particolare il comparto dei trasporti (automotive, aerospazio, ferroviario, ma non solo, potendo l’impiego essere esteso ad altri settori, quali quello sportivo e riabilitativo). Viene offerta la possibilità di rendere oggettivi e veloci i rilievi ergonomici in svariai ambiti e situazioni lavorative, indoor e outdoor. Vengono forniti in output i valori degli angoli biomedici relativi ai segmenti corporei dell’utilizzatore, utili per la compilazione dei relativi documenti necessari alla progettazione ed alla validazione delle prestazioni ergonomiche di una postazione lavorativa. Il software a corredo può essere personalizzato a seconda delle necessità o richieste del particolare utilizzatore.

 

Risultati

Tale progetto si pone come estremamente innovativo nell’ambito delle procedure di verifica ergonomica delle postazioni di lavoro. I vantaggi che ne derivano dai risultati raggiunti sono prevalentemente da riferirsi ai seguenti aspetti:

  • oggettività del dato, laddove le pratiche attuali si basano prevalentemente su acquisizioni visive e quindi oggetto di interpretazione da parte degli operatori del settore;
  • compilazione automatica di gran parte della documentazione necessaria alle verifiche industriali in campo ergonomico;
  • acquisizione di enormi quantità di dati sulla base dei quali sviluppare algoritmi predittivi dello stato di salute dei lavoratori.

Progetto cofinanziato dall’Unione Europea, dallo Stato Italiano e dalla Regione Campania, nell’ambito del POR Campania FESR 2014-2020”.